LA SCHEDA DELL'AUTORE: Vittone Vito

 

E' stato presentato ufficialmente Il 18 Maggio 2004 alle ore 21,00 a Biella

nella Sala Convegni del Museo del Territorio in Via Quintino Sella

 

 

 

 

Vito Vittone

 

UNA VITA IN TOGA

 

Editrice: Tipo-litografia Grafica Santhiatese

 

  Questo libro non parla di sesso, ignora il "gossip", non insulta Berlusconi, non è lo
specchio di una mentalità marxista o laicista, parla sovente di morte e quindi, per
usare un'orribile espressione di moda, ha nulla che possa "intrigare" la gente.
  Ma io amo pensare che molti lo acquisteranno - indipendentemente dalla curiosità
per il suo contenuto - come si compra un sacchetto di arance o una rosa di Natale:
per contribuire alla lotta contro un flagello.

 

  Ora che ho compiuto settantratre anni, penso sia venuto il momento di raccogliere
in un unico testo le mie riflessioni di una vita: quelle che sono saltate fuori dalla
rilettura degli appunti che, lungo il corso di oltre cinquant'anni, avevo affidato a
dozzinali agende d'ufficio. Ho intitolato questo libro "Diario", anche se il termine è
improprio, perché l'oggetto non è costituito da fatti, da avvenimenti ma, come ho già
anticipato, da riflessioni, magari provocate da avvenimenti della mia stessa vita o del
mondo, o dalla lettura di libri, giornali, riviste.
  Diario perché le riflessioni si snodano secondo un ordine cronologico, per modo che
dovrebbe risultare l'evoluzione o l'involuzione di un anima, dai venti ai settant'anni.
Riflessioni quotidiane con più o meno lunghe - o lunghissime - pause di silenzio. Giorno
dopo giorno, le ho annotate per me, mai pensando di pubblicarle: e, in effetti, non le
pubblico nel senso ordinario del termine, perché mai un editore ha ricevuto "in visione
per eventuale pubblicazione" - come si usa dire e fare - il mio parto.
L'ho pubblicato, infatti, a mie spese ed il ricavato sarà interamente devoluto al biellese
FONDO EDO TEMPIA per la lotta contro i tumori.


L'ho già scritto più di una volta, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: la quint'essenza
di ogni saggezza sta nell'aver capito che la vita è un tirocinio d'amore. Questo è il
significato della vita, il senso dell'esistenza. Per questo siamo stati creati: per imparare
ad amare, per diventare il più possibile   "omogenei a Dio"   che è Amore e che, nell'eternità nulla tollera in sé che non sia Amore.


L'autore dedica alla memoria del suo unico figlio Giovanni, morto all'età di 23 anni in un
terribile incidente stradale, questo libro, quale eredità spirituale, perchè possa aiutare
i lettori, soprattutto giovani, alle prese col duro e faticoso mestiere di vivere.

 

 

 

Tutti i proventi di questa edizione sono destinati al
biellese
FONDO EDO TEMPIA

 

 

 

Chi fosse interessato ad acquistare questo libro può rivolgersi direttamente all'editoreQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.