Guido Michelone
    è nato nel 1954 a Vercelli dove vive e scrive. Docente di Civiltà Musicale
  Afroamericana all'Università Cattolica di Milano, ha svolto attività di
  consulenza per diverse case editrici (Bompiani, Arcana, Fabbri, Paoline,
  Elledicì, Castelvecchi, Marinotti) e per il gruppo 'Cinicocinema' dei registi
  Daniele Ciprì e Franco Maresco. Ha scritto o curato una trentina di libri, tra
  cui Mi ricordo il jazz, Immagine, Il jazz-film, Il cinema dei Beatles, Musica e
  mondo giovanile, Jazz & foto, Coloriture, Il iazz mito riti spettacolo, Senti
  un pop, Una storia del jazz, Ticket To Write, I Simpson, I Beatels.

  Nell'ambito della jazz-poetry ha scritto testi lirici e drammaturgici (Parlanti
  swing diversi, Mi ricordo anni settanta, Jazz in polvere, Benzine 1958,
  Primo Levi Remix)
per alcuni fra i maggiori jazzmen italiani (Gaetano Liguori,
  Alberto Mandarini, Carlo Actis Dato, Maurizio Brunod). Vincitore nel 1996 del
  Premio Nazionale Latina per il Tascabile.

 

  Francesca Tini Brunozzi
    è nata nel 1964 a Narni(Tr), vive a Vercelli e lavora a Torino nell'ambito
  della ricerca e dello sviluppo di tecnologie vocali. A Vercelli ha ideato e
  realizzato sette edizioni di "Giovani narratori fra oralità e scrittura".
  Come poetessa ha partecipato nel 2000 a "Ricercare. Laboratorio di Nuove
  Scritture" e alla 10a edizione di "Le voci della poesia" a Reggio Emilia e
  nel 2002 allo slam poetry Punk I Slam della "Settimana letteraria torinese"
  a Torino. Le sue liriche sono apparse su "Specchio della Stampa",
  "L'immaginazione" e nell'antologia Le voci della poesia (Elytra 2000).
  Nella rivista "Addiction" dedicata alla Generazione Ansia è stato pubblicato
  il suo racconto Lo Specchio.

 

     

 

 

Ringrazio il Prof. Guido Michelone e il Dott. Mariano Settembri per l'autorizzazione alla pubblicazione di queste pagine riguardanti JAM SESSION e SwinginVersi